Succo di barbabietola nello sport: ha benefici?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pocket

Tabella dei Contenuti

Ciao, oggi vi parliamo di un altro integratore: il succo di barbabietola.

Negli ultimi anni questo prodotto è salito alla ribalta per le sue presunte capacità ergogeniche in relazione all’importante contenuto di nitrati. Questi, convertiti in nitriti, possono incrementare le concentrazioni di ossido nitrico nel nostro organismo, con effetti di aumento del flusso circolatorio.

Come precursore dell’ossido nitrico, il succo di barbabietola sembrerebbe migliorare l’intensità dell’esercizio fisico (80-100% VO2max). Tuttavia i suoi effetti sull’esercizio con sprint di intensità più elevata (> 100% VO2max) rimangono da stabilire.

Succo di barbabietola nello sport

Qualche studio sul succo di barbabietola

Uno dei primi studi che ha dimostrato l’efficacia di tale integrazione è stato condotto dall’Australian Institute of Sport e dell’University of Western Australia. Conducendo una serie di test su un gruppo di canoisti di kayak, ha rilevato un miglioramento fino all’1,7% dei tempi degli atleti.

Protagonisti della ricerca 11 canoisti tra uomini e donne del team australiano Athletic Elite. Sono state misurate le differenze nei tempi di esecuzione in diverse situazioni: gara, allenamento e pagaiata “in economia” (cioè ad intensità medio/moderata). Tra gli atleti, metà dei maschi avevano bevuto 70 ml di succo di barbabietola rossa, l’altra metà rappresentava il gruppo placebo.

Studi sul succo di barbabietola nello sport

Il risultato?

Il succo di barbabietola ha avuto un effetto limitato sulla distanza coperta dai canoisti, ma si è dimostrato efficace nel migliorare la pagaiata in economia. Nelle donne, con 140 ml di succo, il miglioramento è stato significativo con un aumento di performance (dell’1,7%) sulla distanza di 500 metri.

Altri studi successivi hanno dato esiti molto contrastanti.

Alcuni risultati indicano che la supplementazione di succo di barbabietola migliori le prestazioni allo sprint ciclistico di 30 secondi (test di Wingate). Ne aumenterebbe il picco di potenza, la potenza media ed il tempo per raggiungere questi stessi valori. Un altro studio ha dimostrato un miglioramento di prestazione con l’integrazione di succo di barbabietola durante una prova cronometro di 10 km in ciclisti ben allenati. Il miglioramento era presente sia in condizioni di buona ossigenazione sia in ipossia.

A fare da contraltare ai risultati positivi appena elencati, altri studi scientifici escludono qualsiasi tipo di miglioramento di prestazione grazie alla barbabietola.

In un test di resistenza al cicloergometro, 12 triatleti non hanno dimostrato ottenere migliorie grazie a tale integrazione. Allo stesso modo non sono emersi risultati statisticamente significativi in nuotatori sottoposti a test di alta intensità nei 100m e 200m stile libero.

Il risultato del succo di barbabietola nello sport

Conclusioni

Come al solito dobbiamo analizzare i risultati degli studi scientifici con raziocinio e buon senso. Le variabili in gioco sono tante: metodologie, campione di atleti preso in esame, scelta dei test da effettuare.

Ci limiteremo ad affermare che ci sono buone evidenze che incoraggiano ulteriori indagini, ad ora il dibattito rimane aperto.

Alberto Sala

Alberto Sala

CHI SONO
chi sono

Cesare Rocco

Sportivo da sempre, attento all’alimentazione da quando ho capito che per ottenere il massimo non bastava solo allenarsi.

Per me il dietista è il “sarto” dell’alimentazione: la dieta, come un abito, dev’essere cucita su misura.

Scarica gratuitamente la nostra guida per massimizzare la tua dieta e il tuo allenamento!
Ultimi Articoli
Categorie
Cerchi un supporto professionale per i tuoi obiettivi?
0 0 voti
Valutazione Articolo
Iscriviti
Notifica
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
dieta e sport